Warning: A non-numeric value encountered in /home/miche101/public_html/wp-content/themes/Divi/functions.php on line 5840

Ti sei mai chiesto  quanti  microbi abbiamo sulle mani?  Pubblico  questa piccola guida informativa per provare a soddisfare questa tua curiosità, con delle  informazioni utili che spero ti possano essere utili  per  integrare tutte quelle norme di igiene da seguire in una cucina domestica o di un ristorante, o nel campo sanitario.

 Fin dalla nascita, utilizziamo le nostre mani e quindi il tatto per esplorare,  e con esse veniamo a contatto con l’universo  che ci circonda.

Quotidianamente,  veniamo a contatto con i nostri liquidi e secrezioni  corporei (in bagno, soffiandoci il naso, tossendo, mangiando), tocchiamo  superfici domestiche  ed esterne (a scuola, sul lavoro, sui mezzi di pubblico trasporto, bagni pubblici, ecc..).

Ma non solo!! Con le mani veniamo a contatto con altre persone,  anche con  una semplice stretta di mano, tocchiamo banconote e monete, manipoliamo gli alimenti,  insomma abbiamo le mani in pasta dappertutto.

QUANTI MICROBI ABBIAMO SULLE MANI: PRIMA DI CONTARLI CONOSCIAMOLI

Ogni volta che le nostri mani vengono a contatto con il mondo esterno possono essere contaminati da microrganismi invisibili, rappresentati per la maggior parte dai batteri.

Dopo il sommario e non esaustivo elenco di tutte le operazioni che le nostre mani svolgono durante una giornata, domandarsi quali e quanti microbi sulle mani abbiamo e trasportiamopuò portarci ad avere una maggiore consapevolezza sul tema dei corretti comportamenti d’igiene da utilizzare. Il tutto per apprendere comportamenti utili a  prevenire la contaminazione alimentare e quindi le infezioni, le tossinfezioni o le intossicazioni alimentari, dovute nella maggior parte dei casi ad una scorretta sanificazione  delle nostre mani,  sia nella cucina di casa oppure in un laboratorio artigianale  o in una cucina di un ristorante.

La nostra cute e quindi anche  le nostre mani , ospitano vere e proprie colonie di microrganismi, alcuni amichevoli, alcuni con pessime  intenzioni. Per capire però, quali microrganismi  vivono sulle nostre mani, si deve sapere che esistono diverse tipologie di microrganismi (definiti anche come flora microbica, in quanto appartengono al regno vegetale) che suddividerò per completezza in due  classi di seguito riportate.

Quanti microbi abbiamo sulle mani

FLORA MICROBICA  RESIDENTE

La nostra cute, nella sua funzione protettiva ospita nello strato corneo , ma anche sulla superficie cutanea, la  flora microbica  residente (o flora abituale), rappresentata da batteri commensali, cioè batteri che risiedono su una superficie di un determinato tessuto, senza causare un danno.

Nello specifico i microrganismi sulle nostre mani possono essere residenti  come i batteri aerobi (che hanno bisogno di ossigeno per vivere) , principalmente  rappresentati da:


Questi microrganismi o microbi in  genere  non sono dannosi per la salute, salvo che non si localizzi in cavità sterili del corpo, nella cavità degli occhi, o su porzioni di cute non intatta.

Possono essere ridotti attraverso l’uso di antisettici, ma non possono essere eliminati completamente.

La flora microbica residente, ha due principali funzioni protettive:

  • antagonismo microbico (competizione tra microbi), non lasciando spazio ai microbi patogeni (che causano malattie), e producendo sostanza a loro volta antimicrobiche.
  • antagonismo per le sostanze nutritive

Se sei arrivato a questo punto della lettura, ti incomincerai a rendere conto del mondo invisibile che ci circonda e ti starai chiedendo quali altri microrganismi vivono sulle nostre mani. Andiamo avanti.

FLORA MICROBICA TRANSITORIA

La flora microbica  transitoria, si localizza sullo strato superficiale della cute delle nostre mani, rappresentata da batteri saprofiti provenienti dall’ambiente (acqua e piante..) , ma può anche essere rappresentata da  batteri patogeni o commensali.

Tra i microrganismi facenti parte della flora microbica transitoria si annoverano:

La composizione e la persistenza di questi microrganismi è variabile nel corso della giornata, dall’attività che svolgiamo e  dipende, infatti , dai materiali, dagli oggetti, dai microrganismi e dagli organismi con cui le nostre mani vengono a contatto durante la giornata.

I microrganismi che compongono la flora microbica transitoria, sopravvivono moltiplicandosi sporadicamente sulla superficie cutanea.

Questa tipologia di microrganismi può provocare facilmente infezioni.

Di solito i microrganismi che compongono la flora microbica, possono essere eliminati con il lavaggio e lo sfregamento delle del mani con acqua tiepida e sapone e con l’utilizzo di antisettici. 

Ma oltre a chiederci quali microbi abbiamo sulle mani, potremmo essere curiosi di sapere quanti  sono e dove sono localizzati.

La quantità di questi microrganismi, come abbiamo già accennato, è variabile dalle attività che svolgiamo durante la giornata e dipende con cosa veniamo a contatto.

mani e microbi

MA QUALI MICROBI ABBIAMO SULLE MANI?

Se sei arrivato a questo punto della guida, avrai capito certamente che definire esattamente quali e quanti microbi abbiamo sulle mani ognuno ,non è affatto facile! Per questo motivo , proveremo ad utilizzare uno studio scientifico effettuato dai ricercatori dell’Universita di Boulder Colorado (USA) .

I ricercatori, tramite avanzate tecniche di ricerca, hanno scoperto che su  una “mano tipo” si annidano circa  150 varietà diverse di batteri.

Ma, lo studio, oltre , a fornirci la risposta sulle varietà di microbi  sulle mani che ognuno di noi ha e trasporta, ci  indica in modo sperimentale,  che sia le specie che il numero di microrganismi  variano da individuo ad individuo!

Ad influenzare la presenza dei microrganismi mani di ognuno di noi , intervengono anche dei fattori di condizione ambientale e fattori  strettamente personali. Lo studio pubblicato sui Proceedings of the National Academy of  Sciences (PNAS) , ha messo in luce come il tipo e la quantità di microrganismi  varia sensibilmente da individuo ad individuo. 

Esiste differenza di microrganismi anche tra uomo e donna.  Continuando a riferirci alla ricerca dell’Università di Boulder Colorado , i palmi delle donne sembrano essere un habitat più favorevole alla vita dei microrganismi.

Approfondiamo di seguito i dettagli.

  • Grado di acidità del palmo della mano. Il grado di acidità ovvero il grado di pH, influenza la vita di microrganismi. Un ambiente che presenta bassa acidità, favorisce la sopravvivenza dei microrganismi. Proprio su questo lo  studio effettuato dai ricercatori dell’Università del Colorado, ha portato alla conclusione che i palmi delle donne sono più popolati da batteri, proprio per il basso grado di acidità dei loro palmi , rispetto a quello degli uomini.
  • Il tipo di sudore e la produzione ormonale femminile, nonchè l’utilizzo dei cosmetici sono fattori di preferenza da parte dei microrganismi.
  • Il risultato dello studio,  indica che le cifre raccolte indicano che sui palmi femminili sono presenti, rispetto al genere maschile , il 400% in più di enterobatteri, il 180% in più di moraxellaceae e pseudomonadaceae, il 340% in più di lactobacillaceae.

Non solo. E’ stata scoperta una  varietà di microbi sulle mani da  una palmo e l’ altro dello stesso individuo. 

Lo studio scientifico  riporta inoltre, che il palmo destro e quello sinistro di una stessa persona condividono il 17% dei batteri.

La differenza  di microbi sulle mani, secondo la ricerca è da ricercarsi nelle diverse condizioni ambientali (umidità , salinità, e livello di grassi), e sopratutto alle superfici toccate dall’una e dall’altro mano.

quanti batteri abbiamo sul corpo?

LE ALTRE ZONE DEL NOSTRO CORPO CHE POSSONO TRASPORTARE MICROBI SULLE  MANI

Le nostre mani, vengono a contatto con altre zone del nostro corpo che a loro volta possono essere popolate da colonie di microrganismi.

Per approfondire questa tematica, riporto brevemente una pubblicazione dell’Azienda sanitaria Locale di Modena – Emilia Romagna del 2014,con lo scopo di migliorare le pratiche di igiene delle mani nell’ ambito dell’assistenza sanitaria e ridurre la trasmissione di microrganismi a pazienti, operatori e ambiente.

Pur essendo il trattato riferito all’ambito sanitario, prendo spunto da alcuni dati per una riflessione anche nel campo dell’igiene alimentare.

La cute in condizioni fisiologiche è colonizzata da batteri. La conta della flora batterica aerobica varia a seconda della zona del corpo considerata:

• oltre 1.000.000 di batteri su centimetro quadro  sul cuoio capelluto 

500.000 batteri su centimetro quadro  nell’ascella

40.000  batteri su centimetro quadro sull’addome

• Da 10.000500.000 batteri su centimetro  sull’avambraccio.

Le conte di microbi sulle  mani del personale ospedaliero vanno da 39.000  a 46.000  di batteri su centimetro quadro.

Se sei arrivato fin qui e hai trovato la lettura interessante ti voglio premiare!

Ho voluto sperimentare su me stesso quanti microbi abbiamo sulle mani e  quali  si possono raccogliere durante una giornata di lavoro!

QUANTI MICROBI ABBIAMO SULLE MANI: IO LI HO CONTATI, LEGGI IL MIO ESPERIMENTO

batteri sulle mie mani

Lavorando nel campo della salute e della sicurezza, nonchè nella formazione, sono convinto che non si smetta mai di apprendere, ma ancora più importante è verificare in campo le proprie nozioni.

Solo con l’entusiasmo e lo stupore si possono trasmettere nozioni importanti quali le regole di igiene. 

Ho sperimentato su me steso, anzi sulle mie mani quanti microbi abbiamo sulle mani.

Per il mio esperimento, ho scelto una giornata umida e il mio stato di salute non era dei più promettenti, raffreddore in arrivo, situazione abbastanza normale nei mesi invernali.

La mia giornata tipo, anzi quella delle mie mani inizia con la colazione e le normali operazioni di toilette mattiniere.

Porto i miei bambini a scuola, li saluto.

Prendo il treno, devo essere in aula per una docenza di un corso di igiene degli alimenti HACCP 😉 !

Le mie mani si appoggiano un pò dappertutto e toccano superfici esposte al pubblico.

Arrivo in aula, saluto, stringo mani, monto il proiettore, inizia il corso!

Pausa caffè, momento toilette e normale lavaggio mani.

Proseguo il corso, pausa pranzo in  un bar della stazione, manipolo anche soldi (moneta e carta), piccola fermata in un bagno pubblico 🙁 e a seguire  normale lavaggio delle mani non molto accurato a mio avviso visto il luogo , ma ho fatto del mio meglio.

Torno in aula, proseguo il modulo del corso pomeridiano fino al termine, saluto i partecipanti stringo mani, salto sul treno affollato e finalmente a casa!!

Le mie mani si sono aggrappate alle maniglie del treno per non cascare giù per terra.

Non ho saputo tenere il conto di quante cose le mie mani hanno toccato durante questa giornata lavorativa, e chissà quanti microbi posso aver raccolto durante la giornata. (la flora transitoria ricordi?)

Ma veniamo a noi, devo rispondere concretamente alla domanda : quanti microbi abbiamo sulle mani?

Per far questo ho pronti due tamponi microbiologici, che eseguo sia sulla mano destra che sulla mano sinistra.

Per capire quanti microbi abbiamo sulle mani, dopo una giornata di lavoro, prima di effettuare il campionamento ho omesso di lavarmi le mani.

Per il campionamento, mi faccio aiutare dalla mia bambina Martina di 11 anni (divulgare queste nozioni d’igiene coinvolgendo i  bambini rende tutto sempre più speciale!)

Conservo i tamponi in frigorifero, pronti per essere inviati l’indomani ad un mio fondamentale collaboratore Daniele Boaglio, responsabile del laboratorio analisi Medilabor, laboratorio analisi .

Ho deciso, di ricercare sulle mie mani, quanti batteri ho in totale flora mesofila  a 30°C (microrganismi che amano condizioni ambientali intermedie), e due tra i  batteri patogeni più diffusi, responsabili dei maggiori  pericoli e dei rischi alimentari,responsabili di tossinfezioni (stafilococco) e infezioni (E.coli).

QUANTI MICROBI ABBIAMO SULLE MANI: IL RISULTATO DELL’ESPERIMENTO E IL RAPPORTO DI PROVA

Passata una settimana, arriva il rapporto di prova dal laboratorio analisi. Ed ecco il risultato:

TAMPONE MANO DESTRA

Conta microrganismi vitali a 30° C  : UFC /cm2  0,86  max < 100 (8,6 VOLTE LA MANO SINISTRA)

Conta Stafilococchi coagulasi – positiva   : UFC /cm2  <0,1  max  ASSENTE

Conta Escherichia Coli – positiva   : UFC /cm2  <0,1  max  ASSENTE

TAMPONE MANO SINISTRA

Conta microrganismi vitali a 30° C  : UFC /cm2  0,1  max < 100

Conta Stafilococchi coagulasi – positiva   : UFC /cm2  <0,1  max  ASSENTE

Conta Escherichia Coli – positiva   : UFC /cm2  <0,1  max  ASSENTE

Di seguito la foto del Rapporto di Prova.

BATTERI SULLE MIE MANI

QUANTI MICROBI ABBIAMO SULLE MANI: ANALIZZIAMO I RISULTATI DELL’ESPERIMENTO

 

BEL RISULTATO! La conta dei microrganismi mesofili è molto al di sotto delle 100 unità formanti colonia (soglia limite, superata il quale ho un pessimo indice di igiene).

Come potete vedere però, si può dichiarare plausibile  lo studio scientifico dai ricercatori dell’Universita di Boulder Colorado (USA) in merito alla  differenza di contenuto di microbi sulla mano dominante rispetto l’altra è confermato.

Sulla mia mano dominante ( la destra)  ho circa 8 volte il numero di batteri rispetto la sinistra.

Con grande piacere, noto che, oltre ad non avere sulle mie mani un elevato numero di batteri totali,non sono presenti cellule di batteri patogeni!!!

Posso tranquillamente affermare, che il risultato positivo (per la mia salute e quella dei miei cari) , sia figlio di  un lavaggio delle mani effettuato nei momenti giusti, e quando serve,   ma sopratutto è importante l’esecuzione della corretta procedura di lavaggio delle mani, che fatta bene porta via al massimo 20 secondi!!

Confido a breve di regalarvi un utile info guida sul lavaggio delle mani.

Questa breve  linea guida,  questi numeroni ed il mio esperimento,  spero ti possano sensibilizzare all’approfondimento delle  corrette e quanto mai indispensabili modalità del lavaggio delle mani, che come abbiamo visto possono provocare possibili rischi alimentari e minare  la nostra salute.

Per ulteriore approfondimento ecco un lik utile di Focus.it : Quanto sono sporchi i soldi?

Scopri altre utili informazioni e nozioni pratiche in materia di sicurezza alimentare con i video che ho pensato per te  🙂

Scopri di più
Share This